Monica Sgrò

Monica Sgrò nasce a Milano nel 1973. Nel 2001 si diploma in scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera e, successivamente, si abilita all’insegnamento di discipline plastiche e scultoree per la scuola secondaria.
Nel 2004 inizia la sua carriera di docente di discipline plastiche presso la scuola steineriana di Milano, dove l’assidua formazione pedagogica farà maturare metodi e strumenti utili allo sviluppo di progetti e workshop tematici.
Dal 2012 insegna al liceo artistico statale “Caravaggio” di Milano, integrando nei personali programmi d’insegnamento sia la concezione steineriana che la collaborazione con artisti. La ricerca e l’insegnamento, contribuendo nei rispettivi ambiti, la portano negli anni ad un ampliamento della visione di un’arte e di un insegnamento più vicini al contemporaneo. È nel 2013, con il progetto Habitat-corpo, che inizia la sperimentazione di pratiche condivise attraverso l’uso della lana e la sua antica lavorazione.
Nel 2017 realizza l’opera site specific Soglia d’Attenzione per l’Abbazia di Santa Giustina a Sezzadio (AL). Nel 2018, per il Museo MAiO di Cassina de’ Pecchi (MI), realizza Pianta Desiderio; partecipa poi nel 2019 alla Biennale di Milano (Biennolo), con il progetto Margini19.
Attualmente è impegnata sul territorio della Val Camonica nella residenza artistica Aperto 2019 con il progetto Andare con il gregge, che indaga i temi di transumanza, pastorizia e filiera della lana. Collabora da diversi anni a progetti collettivi, come Educational-art, e con la Fondazione Wurmkos di Sesto San Giovanni di Milano. 

La ricerca artistica

La sua ricerca artistica si fonda su metodologie educative e relazionali, e su workshop e progetti condivisi basati sull’uso di tecniche antiche e materiali naturali.
Da diversi anni l’uso della lana e la sua lavorazione – l’infeltritura manuale – consentono la sinergia tra tessuto materiale e tessuto sociale.
La scelta di agire esclusivamente con questa materia prima permette di sviluppare e studiare percorsi artistico-educativi con docenti e studenti per la valorizzazione del materiale anche come strumento didattico.
I progetti si rivolgono principalmente alla sfera pubblica,in particolare a quei luoghi in cui la lana, un tempo risorsa e fattore identitario, si è persa, con il conseguente abbandono di abilità manuali, economia e cultura del settore.
Il suo avvicinamento al mondo della pastorizia transumante, in dialogo con associazioni, pastori, antropologi e storici, ha fatto emergere una visione più ampia,che contempla il camminare seguendo gli animali come pratica artistica di esplorazione tra luogo e individuo, integrando l’attenzione e la conoscenza della filiera della lana e del suo riuso sia con azioni collettive che con laboratori didattici.
Gli ambiti di ricerca della transumanza, in cui territorio, animali e persone si contaminano costantemente, sono al momento il centro della sua indagine artistica.

Monica Sgrò was born in Milan in 1973. In 2001 she graduated in Sculpture at the Brera Academy of Milan and later earned a teaching qualification and started working as a teacher of Plastic and sculptural disciplines in secondary schools.
In 2004, Monica began her career as a professor of plastic arts at the Steiner School in Milan, where the constant pedagogical training helped her gain methods and tools useful for the development of theme-based projects and workshops.
Since 2012 she has been teaching at the Liceo artistico statale (Arts high school) “Caravaggio” of Milan, adding her knowledge of the Steiner approach and experience collaborating with other artists to her teaching programs. Her research and teaching activities carried out throughout the years extended her conception of art and teaching more and more, bringing them closer to the notion of ‘contemporary’. In 2013, with the artwork Habitat-corpo, Monica began experimenting with group activities during the initial stages of wool-working and adopting ancient manufacturing techniques. In 2017 she created the site-specific artwork Soglia d’Attenzione for the Abbey of Santa Giustina in Sezzadio (Alessandria). In 2018, she developed her work Pianta Desiderio for the MAiO Museum in Cassina de’ Pecchi (Milan). In 2019 Monica was among the artists of the first edition of BieNoLo with her work Margini19.
Currently, she is working on her project Andare con il gregge, which explores the topics of transhumance, pasture farming, and wool supply chain in the artistic residence Aperto 2019, in the territory of the Val Camonica. Monica has been taking part for many years in collective projects such as Educational-art, and with the Wurmkos Foundation in Sesto San Giovanni (Milan). 

Artistic research

Her artistic research is based on an educational and relational approach, and on collaborative workshops and projects, with the use of ancient techniques and natural materials. For many years, the use of wool and the process of manual felting have allowed a combination between the material fabric and the social fabric. The choice of working only with this allows developing and studying artistic and educational courses with professors and students and therefore to enhance the material in its role as a teaching tool.
The projects mainly take place in public locations, in particular in those places where wool, which used to be a resource and a hallmark, is not known as it was before, and that caused handicraft, economy, and culture of the field to be neglected.
Her strong interest in the world of transhumance, which Monica got to know better by engaging with associations, shepherds, anthropologists, and historians, draws a wider vision out. The idea of “walking following the animals” became an artistic approach of exploration happening between the place and the individual, integrating the passion and knowledge for the wool supply chain and the re-use of the fabric both in collective projects and teaching labs.
Transhumance, together with the constant fusion of land, animals, and people, is currently at the heart of her artistic research.

Menu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi